PEGGIO DEGLI SPARTANI di Furio Venarucci

marzo 27, 2014 No Comments

Anticamente a Sparta c’era una rupe da cui gli spartani precipitavano quelli che chiamavano gli imperfetti. Plutarco, che era uno storico e filosofo greco, ha descritto molto minuziosamente nella sua opera chiamata “Vite parallele” l’educazione che veniva data ai giovani spartani. Ci racconta infatti che quando nasceva un figlio, il padre doveva portarlo in un luogo dove il Consiglio degli anziani stabiliva la buona salute del bambino, altrimenti doveva essere gettato da una rupe che stava sul monte Taigeto. A questo proposito le madri, per provare la resistenza del bambino, si dice che lavassero i neonati con il vino, anziché acqua, perché si credeva che i bambini epilettici o rachitici, col vino si indebolissero ulteriormente, mentre i sani rinvigorissero. Le donne spartane per questo sono entrate nella leggenda e ancora oggi, il termine “spartano” sta ad indicare una persona schietta, autorevole, sobria, austera. Donne che facevano dormire i loro bambini al buio per abituarli a non aver paura, e che quando il figlio partiva per la guerra gli consegnavano lo scudo dicendogli: “tornerai con questo o sopra di questo” e quando lo vedevano tornare morto, si racconta, analizzassero le sue ferite per vedere se erano state inflitte sulla schiena perché in questo caso significava che il loro figlio era morto scappando, da codardo, e questo era ovviamente motivo di grande vergogna.

Insomma gente tosta che oggi non trova eguali se non in parti sperdute del pianeta dove i millenni non sembrano essere passati.

Adesso magari sarà perché il nome è Antichissima Città di Sutri, ma anche in questa antica enclave sembra che il tempo non sia passato, tanto che qualcuno potrebbe pensare  che sia meglio, gli imperfetti, toglierseli da torno. Ad occhio, come tutti gli antichi borghi, Sutri non fa eccezione nella attenzione posta verso i portatori di handicap, ma si sa per questo ci vogliono tanti soldi ed è difficile fare bene gli interessi dei meno fortunati. E se ve lo dico io credeteci perché per costruire una rampa che superasse decentemente le barriere architettoniche nella nostra cooperativa ho speso qualche migliaio di euro. Quello che non potevo immaginare però è che i novelli spartani che abitano i palazzi del potere comunale me ne facessero spendere altrettanti per buttarla giù e rifare le scale per come erano prima con la motivazione che manca il parere del paesaggistico regionale. Un parere che servirebbe a stabilire se un una cosa bassa e carina possa rovinare un cesso di facciata che quando ci passi davanti ti giri dall’altra parte per quanto è brutta, ma tanto brutta che ci abbiamo dovuto mettere un telo per coprirla come vedete nella foto. Quindi secondo chi ha firmato l’ordinanza di demolizione cari portatori di handicap è meglio che non venite a Sutri. Andate o Capranica o fermatevi a Monterosi perché se non siete Rambo (uno e due perché il tre forse non ce la fa già più) qui di rampe ben fatte che superano le barriere architettoniche non ce ne sono e l’unica che c’è la vogliono buttare giù per non fare torto a nessuno. Ora su Facebook c’è una pagina dedicata alla ribellione sulla quale chiedo a tutti di mettere un mi piace di solidarietà. https://www.facebook.com/difendiamoidirittideidisabili . Dal primo aprile iniziamo una raccolta delle firme per una petizione al Prefetto perché intervenga per bloccare questa barbarie. Tutti coloro che possono farlo vengano a firmare alla sede della Cooperativa in S.S. Cassia Km 46,500. Naturalmente noi prima di buttare giù qualsiasi cosa faremo tutte le opposizioni possibili e difenderemo i diritti di chi non può difendersi da solo. E vediamo se qualche forza politica o suo rappresentante ci metterà la faccia insieme a noi oppure preferirà le comode poltrone del Consiglio Comunale restando complice di questa vergogna.

Il disinteresse della politica, cittadini non sudditi, contro i soprusi della burocrazia, la politica con la p minuscola, ora basta per favore

Leave a Reply

Bisogna effettuare il login per poter scrivere un commento.

How Exactly To Stop Dating a man that is married

How Exactly To Stop Dating a man that is married It is simply amazing how information that is much...

INDICATIONS buying famvir online.

Famciclovir is used to treat the symptoms of herpes zoster (also known as shingles), a herpes virus infection of...

The way that is best to create A excellent Law Essay

The way that is best to create A excellent Law Essay Law is very a tricky topic. Attaining an...

How exactly to write term paper paper: follow recommendations of experts

How exactly to write term paper paper: follow recommendations of experts The purchase of knowledge throughout the college and...

Buy College Essays On the internet at a Affordable Price

Buy College Essays On the internet at a Affordable Price “An ocean of limitless possibilities” – that may almost...

Why Reading Is Indeed Very Important To Students

Why Reading Is Indeed Very Important To Students When individuals graduate the high school, they become to associate poems...

The Anguish of Essay Editor

The Anguish of Essay Editor A wonderful essay writer is actually one you are able to rely on to...

Induce and Influence Essay – the Story

Induce and Influence Essay – the Story The Little-Known Secrets to Trigger and Effect Essay In case you prefer...

This is What I am aware Regarding how to get started on an Argumentative Essay

This is What I am aware Regarding how to get started on an Argumentative Essay When it truly is...

The Accurate Tale About how to start an Argumentative Essay That the Pros Don’t want You to Hear

The Accurate Tale About how to start an Argumentative Essay That the Pros Don’t want You to Hear Hearsay,...

Here’s What I am aware About how to get started on an Argumentative Essay

Here’s What I am aware About how to get started on an Argumentative Essay Ways to Start off an...

Simple tips to write an economics essay: wise tutors help students

Simple tips to write an economics essay: wise tutors help students The essay will not just convey some types...