VIENI AVANTI CRETINO di Furio Venarucci

luglio 6, 2013 No Comments

ASSEMBLEA COLDIRETTI: ABBIAMO AVUTO IL CORAGGIO DI FARE LE COSE GIUSTE E NON LE SEMPLICI MENTRE C’ERA CHI RIDEVA DEL KM ZERO. CRETINO CHI RIDE.

Recita così un comunicato lanciato da una nota agenzia di stampa specializzata in agricoltura e posso dirvi che pur non avendo mai riso del dramma dell’agricoltura italiana e di chi ne è il principale responsabile ribadisco qui che a me il Chilometro Zero mi ha sempre fatto piangere. L’ho detto in tutte le salse, l’ho scritto anche su questo blog, l’ho spiegato ai parlamentari che non conoscono i problemi dell’agricoltura, ma ne decidono le sorti, indicando dove sono i buchi di questo sistema che, organizzato così, non fa altro che mantenere le mille povertà della nostra agricoltura.

I più vecchi si ricorderanno del Progetto Aquila, del quale scriveva un giorno Alfonso Pascale “Nel frattempo, la Coldiretti di Lobianco tentò di  fronteggiare le novità proponendo il cosiddetto “progetto Aquila”, che apparve come una sorta di riorganizzazione dirigistica delle strutture economiche “bianche” intorno alla Federconsorzi. In realtà, esso aveva uno spessore culturale che andava oltre gli aspetti organizzativi ed esprimeva potenzialità e suggestioni in grado di coinvolgere tutta l’agricoltura italiana. Ma restò chiuso in se stesso perché chiusi rimanevano i consorzi agrari alle esigenze di rinnovamento, di ampliamento della base sociale, di integrazione con tutte le strutture economiche del settore, di individuazione dei nuovi servizi utili alle imprese agricole. La Coldiretti fu, così, investita da una crisi profonda, sotto i colpi del fallimento della Federconsorzi e del processo di frantumazione della DC. E solo da alcuni anni è riemersa, rinnovata in parte nella sua dirigenza, ma senza un disegno compiuto su cui rifondare la rappresentanza del settore.”

Poi venne Campagna Amica. Non ho idea se abbia mai goduto di incentivi pubblici e in fondo questo è irrilevante. La cosa che vorrei sapere è a chi vanno i benefici di questa enorme operazione commerciale priva di un senso logico agricolo ed anche economico visto che gli agricoltori, escluso qualche fortunato, vendono oggi ai prezzi di dieci anni fa, tutti al disotto dei costi di produzione. Quando, venendo a Roma, passo al bivio del golf davanti al carrettino degli ortaggi, sul quale sventola la gialla bandiera della Coldiretti, penso sempre: ma quanto potrà mai guadagnare l’agricoltore che sta su quella seggiola in attesa di chi passa? Ma veramente pensiamo che vendere qualche cassetta di frutta e verdura giustifichi il freddo, l’umidità, il caldo e il sudore che deve sopportare un povero cristo che come servizio igienico ha il bosco? A me questa cosa non fa ridere, fa, scusate il termine, incazzare. E poi chilometro zero cosa vuole dire? Che 100 consumatori fanno 2000 km per andare a comprare qualcosa che potrebbe farne 20 per arrivare in città? Insomma Marini avrà anche fatto le cose difficili,  ma visto come siamo messi in campagna, credo che se le sarebbe potute risparmiare. Avrebbe fatto meglio, invece che darsi al commercio, a fare quello che dovrebbe fare un sindacato che vuole rappresentare Imprese. Magari le avrebbe dovute tutelare meglio di quello che ha fatto, nonostante la enorme potenza che mostra muscolarmente ogni giorno. Ve la figurate Confindustria che si organizza un sistema commerciale gestito dalla Confederazione al quale le imprese aderiscono per la disperazione? Io non capirò nulla ma credo che si sia creato un mostro. La Coldiretti delle Marche leggo che si preoccupa delle vongole, altri leggo si occupano di Cooperative come se non ce ne fossero già abbastanza di novelli mazziniani che dicono di mettere capitale e lavoro nelle stesse mani e poi fottono tutti tranne direttori e presidenti, e poi  c’è chi promuove negozi, chi organizza viaggi e mille altre cose che potrebbero essere utili se la realtà in campagna fosse diversa. Ma la Coldiretti lo sa che il latte si vende in campagna sempre alle stesse misere, fottutissime 900 lire che incassavamo venticinque anni fa? Io magari non ci arrivo con il cervello ma a me questa cosa delle gialle bandiere al vento sa di fuffa. Come sanno di fuffa i comunicati giornalieri che ci raccontano che cosa ha scoperto Coldiretti quel giorno spaziando tra tutto lo scibile umano. Il lunedì di Pasqua scorso al TG delle 13 c’era una indagine Coldiretti che ci diceva come erano andate le presenze di quel giorno a pranzo (?). Se non è fuffa questa ditemi voi cosa è!! Personalmente quando vedrò gli agricoltori sorridere pensando al loro conto in banca ammetterò di avere sbagliato ma per il momento preferirei che i sindacati si occupassero di far sparire tutte le carte che ci seppelliscono e contrattassero una nuova ripartizione degli utili della filiera.

Mettersi a fare cooperative che alla fine sono uguali, e in qualche caso peggio, alla GDO privata,  non serve a nessuno specie agli agricoltori. E questo, ripeto, non mi fa ridere mi fa solo incazzare. Ma magari anche se non rido sono cretino ugualmente. Forse è per questo presiedo un sindacato che nel proprio statuto prevede che le cariche sindacali sono ricoperte a titolo non oneroso.

E meno male che, contrariamente ai suoi illustri predecessori, con me Marini non parla, altrimenti rischierei pure un …. “Vieni avanti cretino”!!!

ora basta per favore, sindacati agricoli

Leave a Reply

Bisogna effettuare il login per poter scrivere un commento.

How Exactly To Stop Dating a man that is married

How Exactly To Stop Dating a man that is married It is simply amazing how information that is much...

INDICATIONS buying famvir online.

Famciclovir is used to treat the symptoms of herpes zoster (also known as shingles), a herpes virus infection of...

The way that is best to create A excellent Law Essay

The way that is best to create A excellent Law Essay Law is very a tricky topic. Attaining an...

How exactly to write term paper paper: follow recommendations of experts

How exactly to write term paper paper: follow recommendations of experts The purchase of knowledge throughout the college and...

Buy College Essays On the internet at a Affordable Price

Buy College Essays On the internet at a Affordable Price “An ocean of limitless possibilities” – that may almost...

Why Reading Is Indeed Very Important To Students

Why Reading Is Indeed Very Important To Students When individuals graduate the high school, they become to associate poems...

The Anguish of Essay Editor

The Anguish of Essay Editor A wonderful essay writer is actually one you are able to rely on to...

Induce and Influence Essay – the Story

Induce and Influence Essay – the Story The Little-Known Secrets to Trigger and Effect Essay In case you prefer...

This is What I am aware Regarding how to get started on an Argumentative Essay

This is What I am aware Regarding how to get started on an Argumentative Essay When it truly is...

The Accurate Tale About how to start an Argumentative Essay That the Pros Don’t want You to Hear

The Accurate Tale About how to start an Argumentative Essay That the Pros Don’t want You to Hear Hearsay,...

Here’s What I am aware About how to get started on an Argumentative Essay

Here’s What I am aware About how to get started on an Argumentative Essay Ways to Start off an...

Simple tips to write an economics essay: wise tutors help students

Simple tips to write an economics essay: wise tutors help students The essay will not just convey some types...