Iacopo Becherini

febbraio 15, 2012 No Comments

Iacopo Becherini nasce a Firenze nel 1974. 

Coltivatore Diretto, Iacopo Becherini conduce una azienda vitivinicola di oltre 27 ettari in provincia di Grosseto, nel cuore della Maremma, dove produce ed imbottiglia vini rossi  aiutato dalla sempre presente mamma Patrizia. Fedele alla tradizione Toscana, ma internazionale per vocazione, ha strutturato l’azienda per la produzione sia di vini classici basati su uvaggi autoctoni come Sangiovese e Ciliegiolo, che vini dal gusto più internazionale basati si Cabernet Sauvignon e Merlot. Ne e’ scaturita una produzione di vini diversi tra loro e adatti ai diversi palati nostrani ed esteri: ottimi vini da tavola di media gradazione e vini da meditazione di 14 gradi affinati in barriques. Scommette tutt’ora sul recupero dei Vini Rosati, prodotti esclusivamente con uve nere secondo la tradizione.

Laureatosi in giurisprudenza presso l’Università di Roma Tor Vergata con una tesi in Diritto Tributario, dopo aver trascorso un anno in Germania presso l’Università’ di Magonza dove sostiene tutti gli esami di diritto internazionale, comunitario oltre a vari esami di diritto comparato si trasferisce nel 2001 a Bruxelles dove trascorre un lungo periodo presso il Parlamento Europeo. Qui ha l’occasione di comprendere meglio i meccanismi che regolano la politica e l’agricoltura europea fino ad allora solo studiati sui libri e entra in contatto con il mondo delle grandi industrie italiane del comparto agroalimentare. Le numerose esperienze all’estero ne hanno profondamente influenzato la visione del mondo, unico e senza barriere, accresciuto le conoscenze e frequentazioni personali, con una rete di contatti in tutto il mondo, aumentato le capacità di comprensione di cosa serve veramente al Mondo e ai Popoli per vivere meglio, Iacopo parla correntemente 4 lingue, ha sposato una ragazza siriana ed e’ padre di due figli. Per ora, perché l’agricoltura italiana ha bisogno di nuove e giovani forze…

Dopo l’esperienza estera, rientrato in Italia nel 2004, prima a sostegno di papà Romano ed ora direttamente, si è rituffato nella gestione dell’azienda di famiglia. Convinto assertore della necessità che gli agricoltori devono “badare” da soli ai propri interessi, decide di impegnarsi nella battaglia sindacale ritenendo assolutamente insufficiente il ruolo delle cosiddette Organizzazioni Professionali maggiormente rappresentative. Da sempre colpito dal modo diverso e originale di fare sindacato della Cisnal prima e della UGL poi, ripresa in mano l’azienda agricola a Manciano,  ha scelto di impegnarsi nella UGL Coltivatori percorrendo tutto il cammino che alla fine nel 2009 lo ha portato a ricoprire la carica di Presidente della piccola ma vivace organizzazione agricola aderente alla UGL. Consigliere Nazionale della UGL dal 2006, nel 2007 e’ stato eletto membro del Comitato Confederale della stessa organizzazione. Nel 2009 viene nominato nel Consiglio di  amministrazione dell’ENAS, il Patronato promosso dalla UGL. Dal 2004 è Presidente del CAA CANAPA il primo esempio di gestione unitaria nella difficile area dei CAA, una struttura che ha saputo guadagnarsi il rispetto e la stima delle Istituzioni agricole di questo Paese. Visto il susseguirsi degli eventi e la desolante scena politico sindacale in cui versa l’agricoltura italiana, ha riconsiderato idee e ragionamenti già portati avanti, in tempi forse non maturi, dal padre Romano, figura storica del sindacalismo agricolo della destra. Per Iacopo Becherini è oggi arrivato il momento perché possa trionfare l’idea che esiste lo spazio per ricominciare a fare sindacato per gli agricoltori e non per le associazioni agricole. L’idea che i produttori e gli allevatori che, nonostante siano stati invitati dall’Europa a non produrre, ancora  faticano sui campi, meritino qualcosa di più di una bandiera da piantare sul ciglio della strada, di un mercatino la domenica e che siano qualcosa di più di un fascicolo numerato muove Becherini verso un nuovo modo di interpretare in ruolo del sindacato. L’idea che la tutela del territorio per prima si faccia mantenendo in vita le aziende agricole, stritolate da oneri e balzelli impronunciabili che spesso non hanno altro effetto se non quello di aumentare il benessere delle associazioni e minare la sopravvivenza delle aziende stesse muove l’azione di Becherini verso qualcosa che sia diverso. L’idea che lo straniero che compra una bottiglia di vino toscano, acquisti anche una parte di un sogno e un modo di vivere la propria terra con il suo meraviglioso paesaggio ha convinto Becherini che tutto deve essere conservato intatto e può esserlo solo attraverso la salvaguardia di chi quel paesaggio lo tutela, gli agricoltori. L’idea di un sindacato rovesciato dove il vertice sia l’espressione del  territorio diretto da agricoltori, non da burocrati e impiegati, veramente al servizio della categoria con il prezioso aiuto dei tecnici e professionisti ha convinto Becherini che ci si deve muovere su strade mai percorse fino ad oggi. Dopo aver contribuito alla crescita della sua piccola associazione, dopo aver visto diventare il CAA da lui diretto uno dei più apprezzati nel mondo istituzionale Becherini ha raggiunto la convinzione che sia  arrivato il momento di salire di livello, di affrontare il passo successivo quello forse più difficile da fare. Quello che per il padre Romano è stato solo il sogno di un agricoltore. Si può creare qualcosa di nuovo e diverso. Un modo di fare agricoltura e sindacalismo agricolo così originale e diverso da non trovarne uguali se non alcune remote esperienze fallite negli anni ’80. Mettere in comune più che teste, cuori che vogliano un nuovo contenitore dove queste idee che hanno a cuore le sorti dell’azienda agricola italiana, possano trovare voce e forza.

Autori

Leave a Reply

Bisogna effettuare il login per poter scrivere un commento.

Using Small Group Tours Cuba

Using Small Group Tours Cuba A cruise isn’t only about the ship. Planning a yearly holiday with adventure your...

Why Almost Everything You’ve Learned About Small Group Tours for Seniors Is Wrong and What You Should Know

Why Almost Everything You’ve Learned About Small Group Tours for Seniors Is Wrong and What You Should Know If...

Lies You’ve Been Told About Walking Vacations

Lies You’ve Been Told About Walking Vacations The Secret to Walking Vacations Some trips are suitable for beginners, while...

Foodie Galleries is necessary for every individual. Discover the Foodie Museums and galleries

Foodie Galleries is necessary for every individual. Discover the Foodie Museums and galleries Meals actually is vital to rather...

What is usually a inspiration essay and what exactly is it for?

Drive notice towards the university or college: tips for writing Candidates of americian academic institutions, also to the standard...

Go for brilliant topic for your essay

The best way to create an essay. Composing an essay, construction and crafting system An essay is capable of...

What is definitely an essay. Goal on the essay and it`s Classification

The right way to write Your one of a kind essay by all indicates. All about Essay From the...

Stuff you Should really Understand about Great Term Paper Subjects

Whenever you have ascertained that your thesis along with the overall structure of one’s own paper, you’re ready to...

Ruthless Cheapest Essay Writing Service Strategies Exploited

The procedure is rather uncomplicated. It really is incredibly simple in order to complete your assignments after you get...

The Cheapest Essay Writing Service Cover Up

Cheapest Essay Writing Service Ideas Whatever you have to do is set the order around the website. There’s no...

Shortcuts to Order Essay Online Only the Pros Know

The 30-Second Trick for Order Essay Online Effective writers utilize a number of kinds of paragraphs to help keep...

Order Essays Secrets That No One Else Knows About

The Argument About Order Essays If you’ve obtained two hours to compose the essay, by way of example, have...